L’IRSSeS è disponibile a progettare e a realizzare iniziative su commissione di enti pubblici e privati. Si invita a prendere contatto con il Direttore dell’Istituto (irsses@irsses.it) per evidenziare le proprie esigenze.

    Consulenze attualmente in corso:

  • SSC 2.1 Alto Isontino: realizzazione di un progetto di implementazione delle reti di solidarietà a supporto delle responsabilità genitoriali e di accompagnamento degli operatori sul tema dell’affidamento familiare per la popolazione minorile ed adolescenziale sul territorio dell’ambito distrettuale “Alto Isontino” e dei servizi territoriali
  • SSC 2.2 Basso Isontino: co-progettazione di un percorso di accompagnamento a diverse forme di accoglienza e affido familiare (in collaborazione con l’associazione “Il Noce”)
  • Comune di Trieste: Consulenza per Servizio “controllo di gestione” servizi sociali comunali ;
  •  SSC 1.3 Muggia-S. Dorligo della Valle: ideazione, progettazione e stampa di due brochure dei servizi sociali;
  •  SSC 6.1 Sacile: implementazione delle attività previste dal PdZ 2013-15 e supporto all’Ufficio di Direzione e Programmazione dell’Ambito Distrettuale;
  •  ANFFAS Alto Friuli: supporto alla realizzazione del progetto “amministrazione di sostegno”.
  •  

    Consulenze concluse:

  •  SSC 2.2 Basso Isontino: servizio di assistenza tecnica alle attività dell’Ufficio di direzione e programmazione (2017)
  • Servizio sociale dei Comuni di Udine: Collaborazione per supporto metodologico e accompagnamento formativo per l’attuazione del PDZ 2013-2015;
  • SSC 2.1 Alto Isontino: realizzazione di un progetto di promozione di reti di solidarietà genitoriali e formazione sul tema dell’affidamento (2016)
  • Comune di Fagagna: aggiornamento del profilo di comunità (2015);
  • Servizio sociale dei Comuni di Cervignano del Friuli (UD), per servizio assistenza tecnica alle azioni di sistema del Piano di Zona 2013-2015;
  • Comune di Trieste: Consulenza per Servizio “controllo di gestione” servizi sociali comunali (2016) ;
  • Provincia di Trieste: supporto alle attività dell’Osservatorio delle Politiche Sociali (2015);[/li_item

  • ANFFAS Alto Friuli: supporto alla realizzazione del progetto “amministrazione di sostegno”(2015);

  • Comune di Trieste (area educativa): per realizzazione di laboratori interculturali (2015);
  • A.A.S. n. 2 (Area Welfare di Comunità) per approfondimento delle funzioni e organizzazione del Centro Servizi Volontariato;
  • ASP Pro Senectute Trieste: Indagine qualitativa inerente la rispondenza dei servizi e delle prestazioni statutariamente previste dall’ASP rispetto ai bisogni e alle esigenze della popolazione anziana residente sul territorio triestino (2015);
  • Comune di Fagagna: aggiornamento del profilo di comunità (2014);
  • Servizio sociale dei Comuni dell’ambito distrettuale della Carnia:  accompagnamento consulenziale inerente la tematica dell’animazione a favore delle persone anziane nel contesto delle “Azioni di sitema per la promozione della domiciliarità e dell’accessibilità – WP2 (sperimentazione locale/montana di modelli gestionali innovativi dei servizi come da l.r.26/2005) (2013- 2015) ;
  • Servizio sociale dei Comuni dell’ambito distrettuale dell’Alto Isontino:  supporto all’ufficio di Piano del Servizio sociale con riferimento specifico alle attività del Piano di Zona 2013 – 2015(in collaborazione con Forser ed Elabora) (2013- 2015);
  • Comune di Sacile: Ente gestore del Servizio sociale dei Comuni di ambito distrettuale: supporto alle attività di progettazione relative al PDZ (2015);
  • Comune di Duino-Aurisina: Ente gestore del connesso Servizio sociale dei Comuni: supporto all’attività del sistema informativo sociale territoriale (2009 – 2015);
  • ASS n.5 “Bassa Friulana, per collaborazione nell’analisi del funzionamento del Centro Servizi Volontariato FVG per conto del Comitato di Gestione del Fondo Speciale Regionale per il Volontariato FVG (2015);

  • Servizio sociale dei Comuni dell’ambito distrettuale di Cividale, per consulenza giuridica e professionale relativamente all’area minori (2014 – 2015);
  • Comune di Pordenone: Ente gestore del Servizio sociale dei Comuni di ambito distrettuale alle attività di progettazione relative al PDZ (2014)
  • Servizio sociale dei Comuni dell’ambito distrettuale di Pordenone, per quanto concerne il supporto alle attività di progettazione qualificanti il PDZ territoriale (2014);
  • ASS n.5 “Bassa Friulana, per analisi dei bisogni e delle risorse esistenti nel territorio della Bassa Friulana per disabili adulti per un percorso di riqualificazione dei centri diurni presenti nel medesimo territorio (2014);
  • Ufficio di Servizio Sociale Minorenni di Trieste-Dip.to Giustizia minorile, per potenziamento delle attività di sostegno a favore di minorenni e infraventunenni afferenti all’area penale minorile (2014);
  • Servizio sociale dei Comuni dell’ambito distretturale del Basso Isontino, con riferimento ad attività di informazione e sensibilizzazione, anche attraverso video, della funzione dell’istituto dell’amministrazione di sostegno e del ruolo dell’assistente familiare (2013);
  • A.S.S. n. 6 Friuli Occidentale: Coordinamento sociosanitario – in relazione all’accompagnamento riguardo alla definizione della parte integrata sociosanitaria dei PDZ inerenti i cinque ambiti distrettuali del territorio dell’A.S.S. (2012-2013);
  • Servizio sociale dei Comuni dell’ambito distrettuale della Carnia, per quanto riguarda l’accompagnamento consulenziale inerente la tematica dell’animazione a favore delle persone anziane nel contesto delle “Azioni di sistema per la promozione della domiciliarità e dell’accessibilità” (2012);
  • ASS n. 5 – Area Welfare di Comunità: collaborazione alla pianificazione interventi per la famiglia, servizi per la prima infanzia e le politiche giovanili (2011-2012);
  • Comune di Muggia: supporto alla realizzazione di percorsi formativi a favore delle famiglie (2011);
  • Provincia di Trieste: supporto all’implementazione degli sportelli informativi sul territorio provinciale a sostegno della genitorialità (2011);
  • Comune di Trieste: accompagnamento formativo/informativo finalizzato all’avvio del Piano Di Zona (2011);
  • Regione FVG/Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria e politiche sociali: nell’ambito delle finalità di cui alla lettera a) del comma 1 dell’art. 1 della legge regionale 16 aprile 1997, n. 13 e del correlato rapporto sui bisogni formativi degli operatori del sistema integrato, così come previsto dal comma 2 del medesimo articolo, l’Istituto è stato impegnato nel corso del 2011 a garantire un adeguato supporto consulenziale e di ricerca mirato ad un approfondimento della tematica quanti-qualitativa inerente le figure professionali socio-educative e di animazione sociale operanti nel sistema dei servizi alla persona in ambito regionale e previste dall’art. 36 della l.r. 6/2006. Si è altresì proceduto ad una indagine quanti-qualitativa dei corsi per assistenti familiari di cui all’art.3 della legge regionale 24/2004 realizzati nei diversi ambiti distrettuali della regione, analizzando in particolare gli aspetti metodologici e di contenuto che hanno caratterizzato i suddetti percorsi formativi svolti nel corso del 2010 e 2011.Nel corso della implementazione dei Piani di Zona 2013-2015 si è provveduto al periodico monitoraggio delle azioni e degli interventi sociosanitari programmati e realizzati nei 19 ambiti distrettuali della regione. L’Istituto , con i propri esperti, ha poi contribuito nel corso del 2015 alla predisposizione e stesura del Rapporto sociale regionale 2013;
  • Provincia di Trieste: indagine conoscitiva propedeutica all’avvio di uno sportello informativo a favore delle associazioni di genitori (2010), avvio del Forum Giovani (2010-2011);
  • Provincia di Trieste: sistema informativo sociale – osservatorio politiche sociali, promozione della cooperazione sociale, avvio Progetto Giovani, progetti di promozione della conciliazione tra tempi di lavoro e di cura – osservatorio sulla scolarità (2004-2009);
  • Comune di Cervignano: Ente Gestore del connesso Servizio Sociale dei Comuni, per quanto riguarda il monitoraggio e la valutazione della implementazione del Piano di Zona territoriale, in associazione temporanea d’impresa con l’associazione E-labora di Pordenone (2007-2009);
  • Comune di Muggia: Ente Gestore del connesso Servizio Sociale dei Comuni, per quanto riguarda il monitoraggio della implementazione del Piano di Zona territoriale (2008-2009);
  • Comune di Udine: progettualità inerente Città sane (2008-2010);
  • Provincia di Udine: indagine sui centri aggregativi per giovani presenti sul territorio provinciale e sugli informa giovani (2009);